Si abbassa la soglia del contante: attenzione agli acquisti ma anche a prestiti e regali tra parenti.

Limite nei pagamenti in contante

Con il nuovo anno il limite di spesa in contanti, attualmente di 3mila euro, si abbassa.

Secondo le previsioni del collegato fiscale alla manovra 2020 (articolo 18 del Dl n. 124/2019, convertito con legge n. 157/2019) le nuove soglie, oltre le quali si applica il divieto al trasferimento del contante fra soggetti diversi, sono:

  • 3 mila euro fino al 30 giugno 2020
  • 2 mila euro dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021
  • mille euro dal 1° gennaio 2022.

Le violazioni riscontrate saranno sanzionate con un minimo di 2 mila euro e a partire dal 2022, con mille euro.

La misura è finalizzata al contrasto del riciclaggio dei proventi illeciti e del finanziamento del terrorismo, disciplinato nel nostro ordinamento interno dal Dlgs n. 231/2007, in attuazione della direttiva 2005/60/Ce.

Il limite all’uso del contante, inoltre, rappresenta anche un possibile strumento di contrasto all’evasione.

E’ bene ricordare che il limite di utilizzo è per l’importo cumulativo e non delle singole transazioni ovvero se devo acquistare un prodotto per un valore di 4 mila euro non  posso fare due pagamenti in contanti ma solo due  pagamenti con metodo tracciabile ovvero bonifico, carta di credito o bancomat.

Per finire ricordate che i limiti di utilizzo dei contanti valgono anche per prestiti e regali tra parenti.

2 thoughts on “Si abbassa la soglia del contante: attenzione agli acquisti ma anche a prestiti e regali tra parenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *