SEI INDEBITATO? C’E’ UNA SOLUZIONE.

IL CONSUMATORE PUÒ ACCEDERE ALLA COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO: AL VIA DAL 18 GENNAIO 2013
13/05/2013 20.15.32

Il consumatore  in  stato  di  sovraindebitamento  può proporre, con l’ausilio degli organismi di  composizione  della  crisi  di cui all’articolo 15 della suddetta norma con sede nel circondario del tribunale competente  ai sensi dell’articolo 9, comma 1, un piano  che,  assicurato il regolare pagamento dei titolari di crediti impignorabili ai sensi dell’articolo 545 del codice di procedura civile e delle altre disposizioni  contenute  in  leggi  speciali,  preveda  scadenze e modalità di pagamento dei creditori, anche se suddivisi  in  classi, indichi le eventuali garanzie rilasciate per l’adempimento dei debiti e le modalità per l’eventuale liquidazione dei  beni.  E’  possibile prevedere che i crediti muniti di privilegio, pegno o ipoteca possono non essere soddisfatti integralmente, allorchè ne sia assicurato  il pagamento in misura non inferiore a quella realizzabile,  in  ragione della  collocazione  preferenziale sul ricavato in caso di liquidazione, avuto riguardo al valore  di  mercato  attribuibile ai beni o ai diritti sui quali insiste la causa di prelazione, come attestato dagli organismi di composizione della crisi. Il 18 gennaio 2013 entrano in vigore le norme in materia di cui alla Legge 27 gennaio 2012 n. 3 con le modifiche ex D.L. 18 ottobre 2012 n. 179, convertito dalla legge 17 dicembre 2012 n. 221.

L’Associazione Primo Consumo con la responsabile del Dipartimento Servizi Finanziari e Salute, avv. Ersilia Urbano, è a disposizione dei cittadini e dei consumatori per ogni chiarimento, supporto, richiesta ed azione.
Informazioni disponibili sul sito www.primoconsumo.it compilando il modulo “richiedi assistenza” o chiamando lo sportello del consumatore al numero 0639738239, dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 19.”

 

One thought on “SEI INDEBITATO? C’E’ UNA SOLUZIONE.

  1. Sono un lavoratore dipendente dal 1978 che ha pero il lavoro nel 2008.e poi con una inserzione ho trovato un’azienda che ricercava il mio profilo di amministrativo ma ho potuto lavorare solo senza contratto (con partita iva e fattura per 6 mesi ed un compenso mensile con orari degli altri impiegati e naturalmente presso l’azienda)..
    Non ho potuto pagare l’iva ed i contributi previsti perché non ho più trovato una occupazione ed ho dovuto sospendere la rata del mutuo sulla prima casa.
    Posso presentare il Piano del consumatore essendo le fatture emesse nient’altro che lavoro subordinato mascherato che non possono pertanto farmi rientrare nell’esclusione di cui all’art 6 punto b) ?
    grazie avv E. Urbano
    Giampaolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *