COSTI IN BOLLETTA NON RICHIESTI – TRUFFA?

download

Si palesano nuovi strumenti a disposizione dei consumatori che potranno adire le vie giudiziarie penali contro tutte le compagnie telefoniche che, in maniera del tutto arbitraria e, dunque, senza autorizzazione dell’utente, attiveranno dei servizi a pagamento.

Secondo la Cassazione pronunciatasi pochi giorni fa, infatti, questa modalità di comportamento integra il reato di truffa, e come tale è penalmente perseguibile.

E’ necessario essere vigili, analizzare nel dettaglio le bollette telefoniche al fine di individuare e  bloccare ogni addebito sospetto.

L’Associazione Primo Consumo seguirà i propri associati in tutte le fasi, sia in quella preliminare dell’esame delle bollette che in quella eventuale della proposizione della denuncia querela ponendo  a disposizione di tutti gli utenti i propri legali specializzati .

L’Associazione Primo Consumo è a disposizione per ogni chiarimento, supporto, richiesta ed azione. Informazioni disponibili sul sito www.primoconsumo.it  compilando il modulo “richiedi assistenza” o chiamando lo sportello del consumatore al numero 0639738239, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *