Rimborsato il consumatore vittima della compagnia telefonica .

Una recente sentenza del Tribunale di Foggia, n. 2218/2013, ha sancito che l’utente ha il diritto di vedersi rimborsato dell’autoricarica ritenuta scaduta dal gestore di telefonia a causa di termini apposti arbitrariamente dalla stessa e che hanno fatto perdere di fatto il credito accumulato e presente nel  telefonino dell’utente medesimo.E’ vietato infatti introdurre condizioni contrattuali sfavorevoli per il consumatore.Nel caso di specie al malcapitato gli sono stati rimborsati  i 2.300 euro corrispondenti al credito che aveva maturato con le autoricariche ma poi fatto scadere dal gestore in virtù di una modifica contrattuale inserita unilateralmente dalla compagnia senza alcun consenso dell’utente.

Se anche a Voi è successo una fattispecie analoga, i consulenti di Primoconsumo saranno ben lieti di ascoltarVi ed aiutarVi.

Avv. A. Putignano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *