LE NOVITA’ LEGISLATIVE SULLA DISCIPLINA DELLA PRIVACY

Il 19 settembre è entrato il vigore il d. lgs n.101 del 2018 che ha modificato il Codice della Privacy sulla base delle linee guida dettate dal Regolamento europeo 679/2016.

Tra le novità più significative viene in rilievo il profilo sanzionatorio. Molte delle ipotesi delittuose previste dal Codice della Privacy sono rimaste inalterate, altre figure di reato sono state introdotte ex novo e per altre fattispecie si è proceduto alla depenalizzazione.

Per quanto concerne l’introduzione di nuovi reati, si pensi,  all’introduzione degli artt. 167-bis e 167-ter che hanno introdotto rispettivamente i reati di comunicazione e diffusione illecita di dati personali oggetto di trattamento su scala larga e l’acquisizione fraudolenta di dati personali oggetto di trattamento su larga scala.

In riferimento alle ipotesi di depenalizzazione, invece, è stato abrogato l’ art. 169 relativo alle misure di sicurezza.

Accanto al profilo sanzionatorio, molte altre sono state le novità introdotte dal d. lgs 101/2018: dall’introduzione di nuovi diritti per gli interessati, alla predisposizione della valutazione d’impatto prima dell’inizio di un trattamento di dati che potrebbe comportare rischi elevati per i diritti e le libertà delle persone interessate, all’obbligo di informazione da parte del titolare nei confronti dell’interessato circa l’eventuale perdita di dati.

Per avere maggiori informazioni basta compilare il modulo “richiedi assistenza” sul sito www.primoconsumo.it o chiamare lo sportello del consumatore al numero 0639738239 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.

 

 

 

SPAZIO NEUTRO FIGLI GENITORI. INSIEME PER METTERE IN PRATICA “LA CARTA DEI DIRITTI DEI FIGLI”

L’Associazione Primoconsumo mette a disposizione degli associati uno “Spazio Neutro Figli Genitori presso la sede di Via Francesco Caracciolo n. 2 a Roma.

Lo spazio neutro figli genitori vedrà la partecipazione di un team di professionisti, esperti nel settore.

Ci saranno la Prof.ssa Lolita Gullimanoska, psicologa e psicoterapeuta, nonchè docente  presso la Facoltà di Medicina e Psicologia dell’università “La Sapienza” di Roma e l’ Avv. Ersilia Urbano, Responsabile del Dipartimento Salute e Famiglia di Primoconsumo.

Lo spazio figli genitori potrà essere di sostegno alle famiglie in difficoltà, alle coppie in crisi e ai figli che manifestano qualche problema di tipo individuale o relazionale con la possibilità di interventi di carattere psicologico, relazionale e legale.

Si tratta di uno strumento di aiuto alla persona, alla coppia e alla famiglia volto alla promozione della genitorialità efficace e alla riorganizzazione di una vita familiare che tenga conto dei diritti dei figli espressi dalla Carta dei diritti dei figli dell’Autorità Garante dell’infanzia e dell’Adolescenza.

La Carta contiene dieci punti fermi sui diritti di bambini e di ragazzi alle prese con un percorso che parte dalla decisione dei genitori di separarsi.

Lo spazio neutro figli genitori sarà attivo ogni mercoledì a partire dal mese di Novembre.

Per avere maggiori informazioni basta compilare il modulo “richiedi assistenza” sul sito www.primoconsumo.it o chiamare lo sportello del consumatore al numero 0639738239 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.

 

Rete consumatori lazio su sanità e trasporti

Presentazione del documento della rete consumatori lazio (aeci, assoutenti, casa del consumatore, codici, konsumer italia, primoconsumo) su sanità e trasporti.

Avrà luogo il 2 febbraio p.v alle ore 12:00, presso la sede dell’Associazione Codici Lazio, sita in Via G.Belluzzo 1, la presentazione ufficiale del documento elaborato da Rete Consumatori Lazio (AECI, Assoutenti, Casa del Consumatore, Codici, Konsumer Italia,  Primoconsumo), il più grande raggruppamento di Associazioni dei Consumatori del Lazio.

La stampa e le Istituzioni potranno così conoscere il documento stilato a tutela del cittadino e consumatore, che la Rete Lazio ha elaborato per la prossima legislatura, indirizzandolo ai futuri candidati alle Regionali del Lazio 2018, affinché possa essere attuato. Per farlo necessita della volontà politica di volerci riuscire.La proposta di Rete Consumatori Lazio si focalizza su due settori specifici che assorbono la gran parte del bilancio regionale e che rappresentano i settori in cui la Regione eroga in forma indiretta tali servizi: Sanità e Trasporti.

Inutile negare le criticità che attanagliano questi due settori, ma una volta messe in luce, si rende necessario porvi rimedio in maniera fattiva con delle proposte sensate e realistiche e non con dei proclami dettati dalla contingenza elettorale. Pertanto, vorremmo che chi andrà a governare questa Regione raccolga la sfida che lanciamo con il nostro documento e le nostre proposte: il futuro della Regione Lazio non può prescindere dall’affermazione dei diritti del consumatore e dal bisogno estremo di tutela della salute e della mobilità dei cittadini del Lazio, quotidianamente messi a dura prova da due settori che non possono esattamente essere definiti come “punte di diamante”.

La Rete Consumatori Lazio è nata e vuole portare avanti l’intento di creare una rete permanente tra Associazioni ed Istituzioni, tutelando gli interessi degli utenti attraverso un contributo concreto che ci porti a negoziare sui loro interessi con la finalità di creare valore per tutti.

La Rete Consumatori Lazio farà si che si raccolgano maggiori frutti su una mobilità ed una sanità non degne certamente di una Capitale europea.

Indennità integrativa per gli infettati da trasfusione di sangue

Gli italiani infettati da trasfusioni di sangue o da prodotti da questo derivati hanno avuto riconosciuto un diritto.

La Corte europea dei diritti umani ha stabilito che lo Stato deve versare a tutti gli infettati l’indennità integrativa speciale prevista dalla legge 210/1992.
La legge prevede che chiunque abbia riportato, a causa di vaccinazioni obbligatorie per legge o per ordinanza di una autorità sanitaria italiana, lesioni o infermità, dalle quali sia derivata una menomazione permanente della integrità psico-fisica, ha diritto ad un indennizzo da parte dello Stato, alle condizioni e nei modi stabiliti dalla legge.
L’indennizzo spetta anche ai soggetti che risultino contagiati da infezioni da HIV a seguito di somministrazione di sangue e suoi derivati, nonché agli operatori sanitari che, in occasione e durante il servizio, abbiano riportato danni permanenti alla integrità psico-fisica conseguenti a infezione contratta a seguito di contatto con sangue e suoi derivati provenienti da soggetti affetti da infezione da HIV.
I benefici di cui alla legge spettano altresì a coloro che presentino danni irreversibili da epatiti post-trasfusionali ed alle persone non vaccinate che abbiano riportato, a seguito ed in conseguenza di contatto con persona vaccinata, i danni in parola; alle persone che, per motivi di lavoro o per incarico del loro ufficio o per potere accedere ad uno Stato estero, si siano sottoposte a vaccinazioni che, pur non essendo obbligatorie, risultino necessarie; ai soggetti a rischio operanti nelle strutture sanitarie ospedaliere che si siano sottoposti a vaccinazioni anche non obbligatorie.

L’Associazione Primo Consumo con la responsabile del Dipartimento Salute, avv. Ersilia Urbano, è a disposizione dei cittadini e dei consumatori per ogni chiarimento, supporto, richiesta ed azione. Informazioni disponibili sul sito www.primoconsumo.it compilando il modulo “richiedi assistenza” o chiamando lo sportello del consumatore al numero 0639738239, dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 19.