I CONSULENTI PRIMOCONSUMO AD EXTRA 2018

 

 

 

 

 

 

EXTRA 2018 è il Salone Nazionale del Turismo Extra-Alberghiero, organizzato il 17 e 18 Novembre alla Fiera di Cagliari, col patrocinio della Regione Sardegna e Airbnb come sponsor. Figurano fra gli espositori le altre principali online travel agency, come Booking.com, Homeaway ed Expedia.

La seconda edizione della manifestazione presenterà quasi cento diversi espositori e ben 65 fra workshop, presentazioni e tavole rotonde.

I Visitatori, proprietari o gestori di Appartamenti, Case vacanza, Ville, B&B, Affittacamere, avranno modo in due giornate di incontrare potenziali fornitori o partner e aggiornarsi sulle novità gestionali, normative e fiscali del settore.

Primoconsumo sarà ben rappresentata, con Mikaela Hillerstrom e Sergio Lombardi, i due professionisti dell’Associazione specializzati in Turismo.

Mikaela presenterà il suo workshopProfili di diritto amministrativo: la più recente disciplina nazionale, regionale e comunale sull’extra-alberghiero“, in cui analizzerà gli aspetti più interessanti della normativa amministrativa che disciplina le attività extra-alberghiere, oltre alle principali questioni di alcuni ricorsi recentemente proposti innanzi al Giudice Amministrativo (TAR e Consiglio di Stato) con importanti ricadute per il settore extra-alberghiero.

Sergio sarà presente con ben tre workshop: “Gli adempimenti fiscali delle strutture extra-alberghiere come strumento di equità e legalità“, “Il complesso scenario fiscale Airbnb a livello macroeconomico: players & goals” e quello a due voci con Mikaela Hillerstrom “Quando il gioco si fa duro: ispezioni, verbali e sanzioni“, dedicato agli aspetti più spiacevoli ma purtroppo frequenti della attività degli host: ispezioni, verbali e sanzioni. I controlli sulle strutture extra-alberghiere e sulle locazioni turistiche, sempre più frequenti in tutta la Penisola, aumentano il rischio di subire un verbale di violazione amministrativa, soprattutto nell’attuale e complesso contesto legislativo.

Seguono le schede dei workshop dei due professionisti ad Extra 2018 e i link diretti dell’importante manifestazione, le cui iscrizioni sono ancora aperte.

Extra 2018: pagina web

Biglietti

Pagina evento su facebook

TURISMO EXTRA-ALBERGHIERO COME RISORSA NAZIONALE NELLA LEGALITA’

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LOMBARDI: L’INTEGRAZIONE DEL SETTORE EXTRA-ALBERGHIERO NEL COMPARTO TURISTICO E’ FACILMENTE REALIZZABILE CON L’APPLICAZIONE DELLE REGOLE ESISTENTI. NO A CHIUSURE, MAXI SANZIONI E CONFLITTI INTERNI CHE INDEBOLISCONO IL SISTEMA TURISTICO ITALIANO. SI’ AD UNO STATO CHE RAPPRESENTI TUTTI GLI OPERATORI TURISTICI, OFFRA SERVIZI E NON VENGA PERCEPITO SOLO COME UN IMPOSITORE.

Agli Stati Generali del Turismo, tenutisi a Sanremo il 19 e 20 ottobre, è intervenuto Sergio Lombardi, consulente di Primoconsumo in materia turistica.

Il dibattito comprendeva tra gli altri, personalità come Alessandro Nucara, direttore generale Federalberghi Confcommercio, Giulio Del Balzo, public policy manager Airbnb Italia e Gian Marco CentinaioMinistro del Turismo.

Sergio Lombardi, intervenuto alla manifestazione come esperto indipendente del settore, ha fornito durante il suo intervento i dati nazionali del fenomeno extra-alberghiero in chiave fiscale e macroeconomica, suggerendo all’On. Ministro la non introduzione delle nuove chiusure stagionali e delle maxi sanzioni annunciate per le strutture.

Entrambe le misure, invocate con forza da Federalberghi, hanno avuto nel recente passato e avrebbero oggi solo effetti negativi:

  • le chiusure stagionali obbligatorie per Bed&Breakfast e Case Vacanze sono già state dichiarate illegittime dal TAR dal regolamento regionale per il Lazio nel 2016 a seguito del ricorso dell’Autorità Garante della Concorrenza (Antitrust), in quanto misure che violano le norme sulla concorrenza e sul libero mercato*;
  • le nuove maxi sanzioni ipotizzate non rispettano i principi giuridici di ragionevolezza e proporzionalità e pertanto potranno essere facilmente impugnate, se introdotte. Inoltre esistono già sufficienti e capillari sistemi sanzionatori comunali, regionali e nazionali, amministrativi e fiscali;
  • le chiusure stagionali, le eccessive sanzioni e la iper-regulation (massa eccessiva di adempimenti fiscali, amministrativi e statistici) hanno effetto controproducente, generando una “fuga” degli operatori dal sistema legale, come avvenuto negli ultimi 4 anni, con la diminuzione delle strutture registrate e la enorme crescita del sommerso.

Il settore turistico extra-alberghiero, ha ricordato alla platea Sergio Lombardi, è uno fra i più ricchi in Italia, con un milione di case online in affitto ai turisti su Airbnb, Booking e gli altri portali e probabilmente il comparto con la maggior crescita.

Un settore dal valore di due miliardi di euro come quello del turismo immobiliare, con un potenziale gettito fiscale annuo superiore a 400 milioni di euro, non può che essere considerato una risorsa nazionale, soprattutto nella stagnante situazione economica attuale.

L’auspicio di Sergio Lombardi sull’argomento:

Il corrente livello di tassazione del settore delle locazioni brevi è ragionevole e sostenibile, con una aliquota al 21% di cedolare secca. Purtroppo, il D.L. 50/2017 è ancora parzialmente inapplicato, con una vasta area di inadempimento fiscale. Attraverso l’opera degli intermediari e dei professionisti, le strutture extra-alberghiere e le locazioni turistiche potranno adempiere ai loro obblighi e contribuire pienamente alle casse dello Stato. A quel punto, verranno meno i sospetti, la sfiducia e le accuse trasversali fra categorie che attualmente indeboliscono il settore turistico. Lo Stato deve sovraintendere al settore, dettando e presidiando le sue regole, ma consentendo la libera concorrenza e offrendo servizi, migliorando così il suo rapporto con gli host contribuenti e ottenendo maggiori entrate.

E così l’ospitalità extra-alberghiera, che già consente a milioni di turisti di visitare l’Italia, concorrerà al benessere della nazione nella piena legalità, facendo parte a tutti gli effetti del sistema Paese.

“Ogni individuo si sforza di impiegare il proprio capitale in modo che il suo prodotto possa essere di grandissimo valore. Generalmente non intende né promuovere il pubblico interesse, né sa quanto lo sta promuovendo. Si prefigge solo la sua sicurezza, solo il suo guadagno. In ciò è guidato da una mano invisibile per prefiggersi un fine, che non ha nessun interesse della sua intenzione. Perseguendo il suo interesse spesso promuove quello della società più efficacemente di quando realmente intenda promuoverlo.” (Adam Smith – La Ricchezza delle Nazioni – 1776)

A questo link o cliccando sull’anteprima youtube di seguito, gli interventi completi dei partecipanti al panel “Il Turismo e la Rivoluzione Digitale” degli Stati Generali del Turismo sulle strutture extra-alberghiere: Alessandro Nucara (Federalberghi), Giulio Del Balzo (Airbnb) e Sergio Lombardi.

“Discriminatoria – se non addirittura sul filo dell’irrazionalità, tenuto conto dell’esigenza ostesa che la giustificherebbe, […] risulterebbe la prescrizione in argomento” (chiusura obbligatoria stagionale delle strutture)  […] “E’ palmare, inoltre, la non conformità comunitaria della disposizione regolamentare citata per la sua evidente selettività, incidendo il possibile ulteriore vincolo comunale esclusivamente sulle attività ricettive non imprenditoriali” […] “Quanto alla denunciata illegittimità della disposizione regolamentare che attribuisce ai Comuni laziali il potere di ritagliare autonomamente specifici periodi di chiusura per le attività ricettive non imprenditoriali,  […] la disposizione urta frontalmente col parametro normativo nazionale e comunitario”…..

(estratti dalla sentenza TAR Lazio, Sez. I-Ter n. 6755 del 13/06/2016 che ha accolto il ricorso per l’annullamento del regolamento della Regione Lazio 7 agosto 2015, n.8, recante “nuova disciplina delle strutture ricettive extralberghiere” (R.G. n. 586/2016) proposto dalla Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato-Antitrust, contro la Regione Lazio, a causa delle illegittime chiusure stagionali obbligatorie ivi previste)

SPAZIO NEUTRO FIGLI GENITORI. INSIEME PER METTERE IN PRATICA “LA CARTA DEI DIRITTI DEI FIGLI”

L’Associazione Primoconsumo mette a disposizione degli associati uno “Spazio Neutro Figli Genitori presso la sede di Via Francesco Caracciolo n. 2 a Roma.

Lo spazio neutro figli genitori vedrà la partecipazione di un team di professionisti, esperti nel settore.

Ci saranno la Prof.ssa Lolita Gullimanoska, psicologa e psicoterapeuta, nonchè docente  presso la Facoltà di Medicina e Psicologia dell’università “La Sapienza” di Roma e l’ Avv. Ersilia Urbano, Responsabile del Dipartimento Salute e Famiglia di Primoconsumo.

Lo spazio figli genitori potrà essere di sostegno alle famiglie in difficoltà, alle coppie in crisi e ai figli che manifestano qualche problema di tipo individuale o relazionale con la possibilità di interventi di carattere psicologico, relazionale e legale.

Si tratta di uno strumento di aiuto alla persona, alla coppia e alla famiglia volto alla promozione della genitorialità efficace e alla riorganizzazione di una vita familiare che tenga conto dei diritti dei figli espressi dalla Carta dei diritti dei figli dell’Autorità Garante dell’infanzia e dell’Adolescenza.

La Carta contiene dieci punti fermi sui diritti di bambini e di ragazzi alle prese con un percorso che parte dalla decisione dei genitori di separarsi.

Lo spazio neutro figli genitori sarà attivo ogni mercoledì a partire dal mese di Novembre.

Per avere maggiori informazioni basta compilare il modulo “richiedi assistenza” sul sito www.primoconsumo.it o chiamare lo sportello del consumatore al numero 0639738239 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.

 

Associazione Primoconsumo parte civile nel processo a Manlio Cerroni

L’Associazione Primoconsumo  si è costituita  parte civile nel processo promosso a carico di Manlio Cerroni “re della nettezza urbana”  più altre persone imputate a vario titolo di reati ambientali.

La Seconda Sezione, del Tribunale Penale di Roma, in composizione collegiale , ha ammesso la richiesta di costituzione di parte civile dell’Associazione  Primoconsumo rappresentata dall’Avv. Giuseppina Massaiu.

L’Avv. Massaiu, dichiara : “ il Collegio ha accolto la nostra tesi  e ha rigettato le opposizioni sollevate delle difese degli imputati  rilevando, invece, la legittimità formale e sostanziale dell’ atto di costituzione.”

Anche l’avv. Polizzi, presidente dell’associazione dei consumatori, si dice soddisfatto del risultato raggiunto. Ha evidenziato come i Giudici abbiano garantito che un’associazione priva di sigle e che rappresenta solo i cittadini ed il loro interesse alla tutela ambientale, faccia parte di un così importante processo.

Giornata nazionale contro il gioco d’azzardo, subito!

noneungiocoIl Ministero della salute ha reso noto l’elenco degli esperti che prenderanno parte all’Osservatorio “per il contrasto della diffusione del gioco d’azzardo e il fenomeno della dipendenza grave” che avrà come compito quello di monitorare lo sviluppo del fenomeno e valutare l’efficacia delle politiche di contrasto. Tra le nomine dirette del Ministro Lorenzin, in qualità di “esperto di comprovata esperienza nel settore della dipendenza”, vi è quella dell’Avv. Marco Polizzi, Presidente di Primoconsumo, associazione da diversi anni impegnata nella lotta contro le dipendenze da gioco e nella tutela del cittadino.
La campagna ‪#‎GameOver‬ lanciata da Primoconsumo su Change.Org ha raggiunto un traguardo importante: abbiamo superato i duecento sostenitori.
Mai come in questo momento, però, si avverte l’urgenza di raggiungere quanto prima le cinquecento firme necessarie per l’istituzione della Giornata nazionale di informazione e formazione sul gioco d’azzardo patologico.
Grazie al raggiungimento di tale obiettivo, infatti, sarà possibile coinvolgere le organizzazioni e le istituzioni che animano l’Osservatorio affinché si apprestino a dar voce alla volontà popolare, promuovendo per il prossimo 13 Settembre, fuori dal Palazzo, una giornata nazionale dedicata al gioco d’azzardo.
Siamo certi che questa piaga che affligge sempre più la nostra società possa essere sconfitta attraverso sia una mirata campagna di informazione e sensibilizzazione dell’opinione pubblica, sia mediante iniziative volte alla prevenzione e alla cura e che, per tutto ciò, l’istituzione della Giornata nazionale di informazione e formazione sul gioco d’azzardo patologico rappresenti un necessario punto di partenza.
Quindi, aiutateci a diffondere la campagna ‪#‎GameOver‬ e a raggiungere i cinquecento sostenitori.
Un piccolo passo per voi, un grande passo per noi tutti.

PETIZIONE PER L’ISTITUZIONE DELLA GIORNATA NAZIONALE CONTRO IL GIOCO D’AZZARDO PATOLOGICO.

Featured image

E’ stata lanciata su change.org la petizione per l’istituzione della giornata nazionale contro il gioco d’azzardo patologico che vi chiediamo di firmare e aiutarci a diffondere. Grazie .

https://www.change.org/p/giornata-nazionale-contro-il-gioco-d-azzardo-gameover

La Giornata Nazionale contro il Gioco d’azzardo Patologico sarà una occasione per richiamare l’attenzione di tutta l’opinione pubblica sul tema  e mettere a fuoco il pericolo ed i rischi connessi al gioco d’azzardo, con iniziative che coinvolgano rappresentanti delle istituzioni, addetti al settore gioco, associazioni operanti nel settore, movimenti e la cittadinanza tutta per rendere operativo l’obiettivo della tutela del cittadino dalla dipendenza dal gioco e per sensibilizzare le istituzioni e la società al riconoscimento dei diritti delle persone che vivono l’esperienza di questa malattia sociale.

Mettiamo allora in campo tutte le misure necessarie e firmiamo insieme perché si istituisca la giornata nazionale contro il gioco d’azzardo patologico.

PRIMOCONSUMO FIRMA LA PETIZIONE CONTRO IL PROGETTO CONI “VINCERE DA GRANDI” FINANZIATO DA LOTTOMATICA.

L’INIZIATIVA DI UN PROGETTO SPORTIVO, CULTURALE E SOCIALE A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE ITALIANE E’ APPREZZABILE MA ATTENZIONE A NON CONFONDERE IL VINCERE NELLO SPORT CON IL VINCERE NEL GIOCO!

ATTENZIONE AL TITOLO DEL PROGETTO “VINCERE DA GRANDI”, IL RIFERIMENTO “VINCERE” ASSOCIATO AL FINANZIATORE PUO’ INDURRE IN ERRORE SUI MESSAGGI ANCHE INDIRETTI CHE SI MANDANO AI GIOVANI.

SI VINCE NELLO SPORT NON NEL GIOCO!

STUPISCE CHE UNA SENSIBILITA’ COME QUELLA DEL PRESIDENTE DEL CONI MALAGO’ NON SI SIA CURATA DEL SIGNIFICATO DELLE PAROLE E DEI MESSAGGI CHE QUESTE ANCHE INDIRETTAMENTE POSSONO TRASMETTERE AI GIOVANI.

NELLO SPORT SI VINCE DA GRANDI E DA GIOVANI!

CREDO CHE QUESTO SIA IMPORTANTE. LA FIRMERAI ANCHE TU?

ECCO IL LINK:

http://www.change.org/p/stop-progetto-coni-lottomatica-vincere-da-grandi

GRAZIE.

SCUOLA DI CANTO E SPETTACOLO

SCUOLA DI CANTO E SPETTACOLO

Il Giudice di Pace di Roma da ragione all’Associazione dei Consumatori “Primoconsumo” www.primoconsumo.it ed al suo Avvocato che ottiene la risoluzione del contratto per l’acquisto di un Corso per non avere la scuola eseguito le lezioni né nelle città promesse né con gli insegnanti pubblicizzati; la scuola è stata condannata oltre al rimborso del prezzo pagato anche al pagamento delle spese di lite.

Per approfondire: SENTENZA GDP ROMA